Curriculum Candidati a Consiglieri Comunali di “Ora Spoleto”

Luigina Renzi è nata a Roma il 13 novembre 1965. I genitori, leonessani, le hanno insegnato ad amare questo territorio; sceglie di stabilirsi a Spoleto nel 1999 e qui lavora e cresce la sua famiglia. Consegue la maturità scientifica nel 1984, si laurea in Scienze Biologiche nel 1989 cum laude all’Università di Roma Tor Vergata, vince il dottorato di ricerca in Biologia Evoluzionistica dell’Università di Padova e si trasferisce negli Stati Uniti per due anni come post-doctoral Fellow presso l’University of Virginia a Charlottesville. Ricercatrice a contratto presso l’Università di Roma La Sapienza nel 1999, nel 2000 vince il concorso per ricercatrice all’ENEA e contestualmente il concorso a cattedre per il Ministero dell’Istruzione. Dal 2000 è docente di Scienze Naturali, Chimica e Biologia; dal 2010 insegna all’IIS Sansi Leonardi Volta di Spoleto. Dal 2015 è membro del Comitato Internazionale per il Baccalaureato in Biologia per le Scuole Europee con sede a Bruxelles. Dal 2016 è responsabile per l’Umbria dei corsi di formazione Docenti per la metodologia IBSE (inquiry based science learning) nell’ambito dei progetti internazionali Unesco Ark of Inquiry e Amgen Teach. Nel 2016 ha ottenuto la certificazione per l’insegnamento CLIL dall’Università per stranieri di Siena. Dal 2014 è presidentessa dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali (ANISN), sez Umbria; dal 2019 è anche consigliera nazionale nel direttivo della stessa associazione degli Insegnanti ANISN. Dal giugno 2018 è Consigliera Comunale nel Comune di Spoleto per la Lista Civica Ora Spoleto (fino al marzo 2021 quando decade il consiglio comunale).

Rolando Ramaccini è nato a Spoleto nel 1952, ove risiede, dopo il Diploma di Maturità d’Arte Applicata ottenuta nel 1972 si qualifica “Addetto alla Conservazione e Restauro dei Beni Culturali” nel 1979. Socio fondatore, Presidente e Legale Rappresentante della Coo.Be.C. dal 1976 al 2017, Restauratore di Beni Culturali in vari settori di competenza ha diretto restauri di primaria importanza in contesti regionali, nazionali e internazionali. Molti i contributi in pubblicazioni e in attività conoscitive, ricerche e progetti nell’ambito dei Beni Culturali e Ambientali, tra i quali si segnala l’attività di coordinamento relativa all’attivazione del Centro Regionale di Protezione Civile e del Centro Operativo dei Beni Culturali “Tutela e Prevenzione dei Beni Culturali nella Regione Umbria” (enti attuatori: MEF, MIBACT, Regione Umbria, Protezione Civile Nazionale). Relatore in convegni e conferenze, docente per varie realtà formative pubbliche e private, ha ricoperto incarichi amministrativi in Società di varie Regioni. Già Vice presidente dell’A.R.R.C., associazione aderente alla European Confederation of Conservator-Restorers’ Organization, esperto nominato dal Consiglio Comunale di Spoleto nella Commissione Edilizia dal 1976 al 1992, già membro della Direzione Nazionale della Lega delle Cooperative e Mutue e del Consiglio Direttivo della Sezione Spoleto/Valnerina dell’Associazione degli Industriali, ha partecipato al Comitato Tecnico-Scientifico del Centro per la Diagnostica dei Beni Culturali su incarico dalla Regione Umbria fino al 2009. Attualmente svolge attività di consulenza, progettazione e direzione tecnica ed è Membro del Comitato Scientifico e referente regionale per l’Umbria dell’IGIIC-Gruppo Italiano International Institute For Conservation.

Anna Rita Antonelli è nata a Foligno nel 1967, ma vive a Spoleto da sempre. Insegna da 30 anni in una scuola Primaria dove lavora con passione, impegno e competenza, svolgendo ruoli determinanti accompagnati da necessaria e specifica formazione e costante aggiornamento. Crede nella forza della parola e di ogni linguaggio espressivo-comunicativo, per questo scrive e narra utilizzando il teatro didattico e la lettura ad alta voce come tecniche educative e strumenti formativi per bambini ed adulti. Innumerevoli le collaborazioni con Enti, Associazioni culturali, Biblioteche. Scrittrice e poeta per passione, ha ricevuto innumerevoli premi e pubblicato racconti e poesie con diverse case editrici. Fa parte del gruppo culturale spoletino di scrittura “Borgowriters”.

Bruno Toniolatti è nato a Trento il 28 febbraio 1957. Maturità classica, laurea in lettere e filosofia, Università di Firenze, con tesi su “La scuola normale di Pisa durante il fascismo”. Anno 1986. Alcuni estratti sono stati pubblicati sulla rivista dei normalisti “Sant’Anna news”. Iscritto all’Ordine dei Consulenti del lavoro n. 394 dal 14/2/1994. Dal 1994 associato allo Studio Associato Paoli Consulenza lavoro, Via del Campanile 2, Foligno, tel 0742/350843. Presidente unione provinciale di Perugia dell’Associazione Nazionale Consulenti del lavoro dal 2001 al 2006. Presidente del consiglio regionale Umbria dell’Associazione Nazionale Consulenti del lavoro dal 2006 al 2011. Presidente Confprofessioni Umbria dal 2010 al 2019. L’associazione viene riconosciuta come parte sociale e, al pari di tutte le altre associazioni economiche e produttive, è presente ai vari tavoli regionali di concertazione. Attualmente nella giunta di Confprofessioni Umbria ho la delega relativa ai temi del lavoro. Ha coordinato per alcuni anni i corsi di aggiornamento e tenuto lezioni per i consulenti del lavoro e praticanti. Fino al 2009 ho settimanalmente fatto articoli sulla rivista “Il Consulente” e “Dispaccio scuola lavoro”. Su “Italia Oggi” cura la pubblicazione dell’indice tfr mensile dal 1995.

Roberto Rapastella è nato a Spoleto il 24 marzo 1953. Attualmente in pensione. Ha lavorato come Infermiere Professionale per oltre 30 anni presso la Asl di Spoleto. Gli ultimi sette presso il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata. E’ stato Presidente della Cooperativa Primavera per 20 anni. La Cooperativa Primavera si occupava di gestione di strutture alberghiere e ristorative e della gestione dei servizi museali della città di Spoleto (Rocca di Albornoz e Casa Romana), e di alcuni servizi attinenti ai teatri: mascherine, vigilanza, portierato, biglietteria. Per alcuni anni la Cooperativa Primavera ha gestito anche i servizi teatrali del Comune di Todi. In gioventù è stato responsabile di zona dell’ARCI, occupandosi di associazionismo giovanile. Ora è membro del gruppo estemporaneo di scrittura denominato “Borgowriters”, scrive racconti e romanzi di genere poliziesco, partecipa a concorsi letterari, in alcuni dei quali, non di rado, si qualifica ai primi posti. A breve la pubblicazione del suo primo romanzo.

Maura Coltorti è nata a Spoleto (città che ama profondamente) nel 1960. Diplomata in “Scenotecnica” all’istituto d’arte ” Leonardo Leoncilli” di Spoleto. Oltre a varie esperienze lavorative per molti anni ho gestito un laboratorio  artigiano occupandosi di Decorazione e Restauro. Nel 2008 è entrata in Rifondazione Comunista, partito con cui è stata più volte candidata. Segretaria del circolo cittadino di  Rifondazione per 10 anni.
Dal 2017 al 2019 è stata membro del Comitato Politico Nazionale di P.R.C.
Due volte Candidata Sindaco (2014-2018) con la lista Sinistra per Spoleto.
Nel 2013 è stata Candidata al Senato della Repubblica per Rivoluzione Civile. Al momento è disoccupata. Attualmente coltiva le sue grandi passioni: la politica, la pittura e sopratutto  la sua famiglia.

Manuela Grifoni è nata a Spoleto il 9-5-1956. Madre casalinga e padre operaio che le ha trasmesso i valori dell’antifascismo, della solidarietà e della democrazia. Ha conseguito diploma di maturità scientifica. Laureata in Farmacia e abilitata all’esercizio professionale presso l’Università degli Studi di Perugia. Corsi di perfezionamento in fitoterapia, omeopatia e cosmesi. Ha svolto la sua attività professionale in Umbria, Lazio e Friuli presso farmacie sia pubbliche (Terni e Grado) che private. Dal dicembre 1987 al luglio 2020 ha svolto la sua attività professionale presso le Farmacie Comunali di Spoleto, facendo parte della commissione pari opportunità del Comune di Spoleto e svolgendo anche attività
sindacale. In quiescenza da Agosto 2020. Sensibile alle tematiche della parità di genere. Ha svolto anche attività di volontariato nel doposcuola e presso l’Oami. Ama l’arte, il cinema e i viaggi.

Adele detta Lina Sammarco è nata a Napoli il 21 aprile 1968. Per scelta di vita, si trasferisce con la sua famiglia a Spoleto all’età di 18 anni. Consegue la maturità magistrale nel 1986 e si laurea in Lettere e filosofia nel 1991 all’Università degli studi di Perugia. La sua tesi di laurea sarà premiata con la pubblicazione dal Centro delle pari opportunità della Regione Umbria come miglior contributo alle figure femminili nella letteratura locale. Dopo un breve periodo lavorativo presso l’ufficio dello stato civile del Comune di Spoleto, inizia la sua “gavetta” nella scuola e dal 2007 insegna materie letterarie presso la scuola secondaria di primo grado, attualmente in servizio presso la sede Pianciani di Spoleto. Il suo impegno è da sempre legato al mondo della scuola: riveste funzioni di supporto per gli alunni con difficoltà e di recente migrazione a fini inclusivi e di integrazione. Sostenitrice del linguaggio teatrale ha collaborato con enti ed istituzioni per la realizzazione di laboratori in cui il valore della parola assume una forte connotazione sociale ed aggregatrice. Ama leggere e scrivere: prossima uscita il suo primo romanzo breve. Fin da ragazza ha manifestato il suo interesse per una politica attiva e partecipata, consapevole che l’impegno debba determinare un cambiamento positivo nella realtà in cui si vive, mantenendo come punti fermi i principi della Costituzione e l’onestà intellettuale.

Elisabetta Conocchia nasce a Spoleto il 22 giugno 1962. Consegue la maturità magistrale e più tardi si iscrive all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Assisi. Alterna lo studio al lavoro presso l’attività commerciale di famiglia. Per anni si presta come volontaria per diverse associazioni che hanno sede nella sua città. Attiva con i gruppi giovanili partecipa a diversi campus come animatrice. Negli anni ’90 lavora in piccole produzioni cinematografiche, documentari e corti, anche per la Rai. Insegna per qualche anno alla Scuola Serale per Stranieri entrando in contatto con le più disparate etnie e con i tanti bisogni di chi lascia il proprio Paese di origine. Appassionata da sempre di cinema e teatro prende parte a diversi laboratori che poi le saranno utili nel suo lavoro di Insegnante di Scuola Primaria che svolge da oltre un ventennio. I progetti Erasmus per Insegnanti le permetteranno di viaggiare portandola a conoscere vari sistemi scolastici di altri Paesi dell’Unione Europea, riportandoli e applicandoli nelle sue lezioni. Scrive racconti per bambini che poi utilizza nella la sua attività di insegnante. Si accosta alla politica attiva nel 2018 entrando in lista con Sinistra per Spoleto. Crede che solo l’impegno, il dialogo e uno sguardo di più ampio respiro riusciranno a portare la sua città ad un reale rinnovamento.

Manfredo Proietti é nato a Spoleto il 18-06-1957, ove risiede. Ha conseguito il Diploma di Geometra nel 1975 presso ITCG G. Spagna di Spoleto. Nel 1981, dopo un corso di formazione della durata di un anno, è stato assunto presso lo Stabilimento Munizionamento Terrestre di Baiano di Spoleto (all’epoca Ente del Ministero Difesa) dove ha prestato la propria attività con l’incarico definitivo di Artificiere, Capo Reparto Settore Allestimenti, fino alla pensione conseguita nel 2018 per raggiunta anzianità di servizio. Durante il periodo lavorativo è stato per circa tredici anni rappresentante territoriale (area Foligno-Spoleto-Valnerina) della FP-CGIL (categoria Funzione Pubblica). Tale incarico, è stato svolto anche in posizione di distacco sindacale part-time dal proprio posto di lavoro ed ha riguardato prevalentemente gli Enti delle Autonomie Locali (Comuni, Comunità Montane ecc.) e delle Funzioni Centrali (Ministeri ed Enti Pubblici non Economici). Dopo il pensionamento ha proseguito la militanza nella CGIL con l’attuale incarico di Presidente dell’Assemblea territoriale dello SPI (Sindacato Pensionati).

Silvia Risoldi è nata a Spoleto nel 1975. Dopo la maturità classica ha lavorato per tredici anni come educatrice professionale socio-pedagogica presso il Convitto unificato Inps di Spoleto. In seguito ha svolto servizio nei centri diurni per disabili, come sostegno didattico DSA ed in ambiti relativi all’autismo. Attualmente lavora in una Società che si occupa del recupero crediti e del costumer service. Da sempre in prima linea per la difesa dei diritti delle donne, ha collaborato alcuni anni fa con Amnesty International e, più recentemente, con il movimento “Dateci voce” e l’associazione “Il giusto mezzo”. Insieme alle altre partecipanti al movimento “One billion rising Spoleto” ha organizzato diverse manifestazioni contro la violenza sulle donne.

Matteo Papini

Matteo Papini, nato nel 1967, fiorentino di nascita e spoletino di adozione. Maturità scientifica, Baccalaurato in Teologia e Laurea in filosofia con una tesi sul Diritto in Simone Weil. Proviene dall’associazionismo cattolico (Scoutismo) e da una lunga esperienza ecclesiale nell’Ordine Francescano. L’esperienza pastorale è l’interesse educativo l’hanno portato ad occuparsi sempre di formazione. Attualmente si occupa di counseling filosofico e pratiche filosofiche di comunità (con bambini e adulti), nella convinzione che la formazione al pensiero critico sia, ad ogni età, la chiave per trasformare ciascuno/a in un/a cittadino/a migliore. Insegna filosofia alle scuole superiori. È sposato e padre di una bimba. Ha pubblicato: Il diritto è estraneo al bene. Lo scandaloso pensiero di Simone Weil, Cittadella Editrice e La consultazione dell’anima. Consulenza filosofica e direzione spirituale, Montedit.

Moreno Orazi è nato a Campello sul Clitunno (PG) il 10/07/1956. Dal 1982 esercita la professione di architetto. Ha coordinando i gruppi di progettazione di alcuni dei nuovi edifici pubblici e attrezzature pubbliche realizzati di recente a Spoleto (Asem, Comunità Montana, Hospice). Ha fatto parte dei gruppi redazionali che hanno redatti programmi di recupero urbano che hanno interessato i territori dello spoletino, della Valnerina, della Valle spoletina (Contratto di quartiere da periferia a città, Programma di recupero urbano per lo sviluppo sostenibile del territorio, Programma Urbano complesso n 1) e dell’Aquilano nell’ambito dei programmi di ricostruzione post-sisma del Comune di Tornimparte. Ha partecipato alla redazione del Rilievo storico-critico dell’Area dell’ex-Anfiteatro a Spoleto. Ha redatto il progetto delle opere di miglioramento funzionale ed estetico di uno dei tre percorsi meccanizzati realizzati di recente nella Città di Spoleto. Ha diretto i lavori di restauro del Teatro Nuovo, del Palazzo Comunale e del muro di sostruzione del “Teatrino delle 6 “di Spoleto. Attualmente è impegnato coordina il gruppo di lavoro che sta redigendo il Piano straordinario di Ricostruzione di Amatrice del capoluogo di Amatrice. Ha partecipato tra il 1980 ed il 1990 alle attività culturali e sociali del Circolo Cittadino dell’ARCI, un circolo politico e culturale giovanile di sinistra attivo negli anni ’80 a Spoleto. Ha collaborato con l’artista minimalista Sol Lewitt al progetto “Pyramids e complex forms” sviluppato a Spoleto tra il 1980 ed il 1990. Fa parte del gruppo informale denominato i Borgowriters. Ha svolto dal 2014 la funzione di coordinatore del Cantiere Oberdan, un centro polifunzionale finalizzato alla promozione della cultura e della creatività giovanile. Ha fatto parte dei comitati tecnico-scientifico che hanno curato l’organizzazione di mostra ed eventi artistici ed espositivi che hanno visto la partecipazione ed il coinvolgimento delle scuole della città. Ha co-fondato nel 2006 l’associazione “Teude” che ha come finalità lo studio e l’approfondimento delle valenze semantiche, sociologiche e comunicative del fumetto, un medium contemporaneo che occupa un ruolo centrale nell’attuale sistema della comunicazione di massa. Dal 2008 tiene stabilmente presso l’UNI-TRE di Spoleto delle conversazioni sulla storia dell’architettura e della città. Ha compiuto e pubblicato studi di storia della città e del territorio nonché riflessioni sul sentimento del sacro nel mondo contemporaneo, sulla struttura della coscienza umana, sull’uso responsabile della parola, sull’etica sociale civile e religiosa conseguenti alla sua partecipazione attiva, a partire dalla fine degli anni ’90 del secolo scorso, ad un gruppo del dialogo all’interno di un movimento ecclesiale di base. Nel 2019, sulla testata locale on line Spotnews.it ha pubblicato articoli sull’evoluzioni dei linguaggi artistici e sull’architettura contemporanei e su tematiche sociali e culturali generali.

Tilde Fabi è nata a Spoleto il 17 agosto 1958 ove ha conseguito il diploma di maturità scientifica. Si è laureata presso l’Università degli Studi di Perugia in Matematica nel 1983 e dopo aver conseguito varie abilitazioni all’insegnamento, trasferitasi a Como, ha insegnato matematica e scienze nelle scuole medie inferiori per 6 anni e successivamente matematica negli istituti superiori per altri 20 anni. Ha partecipato a specifici corsi di specializzazione ed aggiornamento. E’ stata referente per “matematica senza frontiere” e per le prove Nazionali Invalsi. Nel 2010 è voluta rientrare nella sua Spoleto perché aveva realizzato quanto sia importante vivere in una città a misura d’uomo, in cui i valori di amicizia e fratellanza sono ancora vivi, dove ci sono spazi verdi per far giocare i bambini, dove gli anziani hanno i loro centri per poter trascorrere piacevolmente il tempo libero, dove la sanità è (ancora) prevalentemente pubblica e dove esistono associazioni per aiutare donne maltrattate o per il sostegno dei malati terminali. Proprio in quell’anno ha costituito l’Associazione per Disturbi del Comportamento Alimentare “ Il Girasole” di cui è la vicepresidente.
Fa volontariato insegnando al doposcuola del centro Giovanile presso la parrocchia di San Gregorio. Ha insegnato presso l’IPSEOASC “De Carolis” per ulteriori 11 anni dove ha partecipato attraverso il progetto Erasmus a corsi di CLIL sia in sede che in Inghilterra, Cipro e Creta . Attualmente è in pensione.

Silvia Cantù è nata a Milano il 6 gennaio 1958 ed ha vissuto in un piccolo paese dell’hinterland milanese. Ha lavorato presso uno studio di commercialisti ed in proprio come amministratore di condominio. Dal 1980 al 1990 è stata eletta nella minoranza del Consiglio Comunale unica donna presente nelle liste elettorali. Si è trasferita a Spoleto da poco più di dieci anni. A Spoleto ha iniziato la collaborazione con varie associazioni di volontariato presenti sul territorio (assistenza in ospedale ed in case di riposo, accompagnamento dei detenuti nei permessi premio, centro ascolto, per un gruppo nazionale lavora a maglia copertine per neonati prematuri). E’ segretaria del Gruppo Umbria di Refugees Wecome Italia associazione che si occupa dell’accoglienza di migranti e rifugiati nelle famiglie umbre.

Pierdomenico Gervasi è nato a Spoleto (PG) il 05/07/19163. Dal 1982 esercita la professione di geometra. Sostenitore di una visione del lavoro sociale e solidaristica ha fondato insieme ad altri nel 1986 la Abaco, cooperativa di ricerca e progetti di cui è tuttora socio e presso la quale svolge la sua attività lavorativa. Ha fatto parte di gruppi di progettazione di alcuni dei nuovi edifici pubblici e attrezzature pubbliche realizzati a Spoleto negli ultimi trent’anni nell’ambito dei progetti sviluppati all’interno della Abaco, svolgendo le mansioni specialistiche che afferiscono al suo ruolo professionale. In particolare ha svolto un ruolo primario a livello gestionale oltre che tecnico nella realizzazione del nuovo quartiere realizzato il Loc. S. Venanzo strutturato secondo parametri insediativi ed ecologici molto avanzati. Ha svolto attività di assistenza di cantiere in alcune realizzazione di tratti stradali e di reti tecnologiche nel territorio spoletino e in Valnerina operando scelte tecniche dove ha riversato la sensibilità ecologica acquisita nell’ambiente sociale e naturale di provenienza che è la frazione di Monte Martano, in cui ha passato la sua infanzia e giovinezza e nei confronti della quale ha mantenuto forti legami affettivi e di amicizia. Conosce bene i meccanismi della rendita fondiaria avendo svolto per un periodo una attività di immobiliarista nonché delle norme che presiedono alla crescita della città e alla trasformazione del territorio, competenze specialistiche utili nella gestione della cosa pubblica. Persona schietta ed immediata nella comunicazione, ha una forte carica empatica che gli permette di cogliere le sfumature più sottili che affiorano nelle varie situazioni comunicative umane in cui si trova coinvolto a livello personale e professionale. E’ una persona molto disponibile e molto generosa, con uno spiccato senso dell’umorismo. Sportivo appassionato ha praticato a livello amatoriale il calcio che ha rappresentato per lui , oltre al suo impegno lavorativo, un fattore di socialità.

Roberto D’Orsi

Roberto D’Orsi nasce a Terni nel 1978. I primi anni di vita sono un continuo girovagare per l’Italia al seguito della famiglia, vivendo in diverse regioni italiane: esperienza fondante della sua attitudine al dialogo e all’inclusione. Dopo una maturità da perito tecnico commerciale, si iscrive alla facoltà di Economia dell’Università Federico II di Napoli. Contemporaneamente inizia a lavorare come impiegato in un’azienda privata, occupandosi d’apprima del sistema qualità ISO 9000, poi della gestione del settore gare. Settore nel quale occupa diversi anni della sua vita lavorativa. Nel 2001 fa una scelta di vita: si iscrive alla facoltà di Lettere dell’Universita di Salerno, conseguendo una laurea in lettere moderne, e nel 2006 apre una libreria a Spoleto, dove tutt’ora lavora come libraio,
riuscendo così a coniugare la sua prima passione, i libri, ed il lavoro. E’ anche un mebro del gruppo di scrittori spoletini “Borgowriters”, che nasce proprio dentro il suo negozio e da cui prende spunto il nome del collettivo, che conta all’attivo già due pubblicazioni di antologie locali e l’organizzazione di un concorso di scrittura. Nel tempo ha praticato sport per molti anni, nello specifico nel mondo del calcio, dove ha potuto divertirsi inserito in gruppi dove paga il lavoro di gruppo. Molto legato alla famiglia, oggi è un padre presente e scrupoloso, soprattuto nell’insegnamento a sua figlia di ciò che ritiene fondamentale: il rispetto del prossimo, l’inclusione, la difesa del debole.

Alberto Maria Adriani, nato nel 1991 in Piemonte risiede fin dalla più giovane età a Spoleto. Consegue la maturità tecnico-informatica che integra ed approfondisce contemporaneamente con formazioni di vario genere che lo portano a fare esperienza sia nel settore pubblico (Comune di Montefalco) che privato. Entra nel mondo del lavoro a 21 anni con ditta propria che opera nello sviluppo web, con particolare interesse nella SEO, venendo quindi a contatto con numerose realtà di Spoleto e dintorni. Nel 2015 viene assunto direttamente da una di queste per la gestione dell’ufficio marketing e commerciale nei settori della gestione eventi, noleggio attrezzature ed hosting turistico, ampliando esperienza e competenza sia nella parte prettamente informatica e di comunicazione, che nella gestione commerciale e nella partecipazione alle gare della pubblica amministrazione del mercato elettronico. Si dedica al contempo allo studio conseguendo certificazioni qualificanti in ambito informatico (soprattutto nel settore ADS) da parte di aziende quali GOOGLE.
Attento a quanto succede nella società e nel mondo ama al contempo vivere la natura praticando escursioni in montagna e trekking su lunghe distanze.

Sandro Fiorelli nato a Spoleto l’8-10 -1947, conseguito diploma di perito elettrotecnico all’ITIS di Foligno, dopo saltuari lavori è stato assunto dalla A.E.M di Spoleto poi nazionalizzata dall’Enel. Inizia l’attività da esattore, continuando prima all’ufficio tecnico, poi all’area tecnica operativa con responsabilità territoriale, trasferito nel 1999 a Foligno per la gestione strategico-operativa della zona di suddetta città. Infine a Perugia come coordinatore progetto contatore elettronico per l’area umbro toscana. Molteplici interessi hanno animato ed animano la sua vita quotidiana. Pubbblicista con il giornale Paese Sera, speaker radiofonico, cofondatore del Circolo Arci di Spoleto e dell’Associazione Città Nuova. Alla bisogna supporto ad iniziative dell’Archivio di Stato, come della Biblioteca, da 40 anni animatore presso scuole d’infanzia, specialmente nel periodo prenatalizio, dal 1997 attore amatoriale con varie compagnie del territorio, e da ultimo ma non ultimo, spinto dal concetto del bello e dall’attenzione al decoro della città nella sua interezza, ha adottato un pezzo di giardino pubblico abbandonato dalla gestione comunale e ridotto a deposito di escrementi canini, dandogli, a proprie cure e spese, dignità e bellezza. Infine sempre spinto dalla logica che del passato dobbiamo tener memoria, è gestore della pagina Facebook “Spoleto Come Eravamo pagina”, sorta di raccolta di memorie fotografiche almeno ultratrententennali, una pagina ch’è seguita da oltre 6000 persone.

Elisabetta Proietti è nata a Foligno il 3 maggio 1969. Da sempre impegnata per la crescita culturale e civile della sua città, Spoleto, nel 2011 ha costituito con un gruppo di associazioni e singoli il presidio spoletino di Libera, che negli anni ha svolto progetti di educazione alla legalità con scuole e cittadini. E’ nipote di minatori che le hanno trasmesso il valore e la dignità del lavoro per tutti e la consapevolezza dei beni comuni.
Giornalista professionista, lavora nella redazione di una testata giornalistica nazionale e collabora con diversi periodici occupandosi principalmente di temi sociali legati all’educazione e alle scienze umane, alla cultura e alla pedagogia teatrale. Collabora alla cattedra di Teorie moderne dell’educazione e Pedagogia dell’espressione dell’Università di Roma Tre. Conduce progetti e ricerche in questo stesso settore. Ha frequentato a Budapest il percorso formativo Erasmus Plus “Democracy through drama”. Laureata in Lettere classiche all’Università degli studi di Perugia con il massimo dei voti con una tesi sulla rappresentazione della provincia romana come strumento di propaganda politica, ha svolto per tre anni campagne di scavo archeologico. Ha conseguito successivamente il master in Pedagogia dell’espressione, unendo l’interesse per l’arte antica e la formazione umanistica con le questioni dell’educativo. Collabora con scuole, associazioni e ordini professionali per la progettazione e il coordinamento di percorsi formativi. Mediatrice teatrale, scrive racconti e filastrocche che forse un giorno pubblicherà, è lettrice volontaria di “Nati per leggere” e ama i gatti. Le raccolte contenenti due suoi testi “Vite straordinarie. Storie di donne e uomini che hanno fatto la differenza” e “Storie di uomini e donne che non si sono arresi” edite da Inail sono state presentate al Salone del libro di Torino. Crede fermamente nelle potenzialità di Spoleto, il cui rafforzamento passa per il rafforzamento dei suoi presidi culturali e sociali pubblici, per la salvaguardia del suo ambiente naturale e delle sue risorse, per la tutela della scuola, per l’investimento deciso nelle giovani generazioni; ritiene che apertura e connessioni, e competente attenzione alle opportunità europee, siano la sfida da vincere per la costruzione di una collettività cittadina migliore da qui in poi, che si traduca concretamente in migliore qualità di vita per tutti.

Alessandro Muzi è nato a Spoleto il 5 marzo 2002. Si è diplomato al liceo linguistico nel 2021. Ha fatto diverse vacanze studio in Scozia, Inghilterra e Stati Uniti. Nutre una grande passione per la storia e la cultura del territorio spoletino e vuole contribuire al suo sviluppo mettendosi in gioco in prima persona. E’ il candidato più giovane della lista “Ora Spoleto”.